Senza spirito di ottenimento

Isvara pranidhana è una parola sanscrita, significa “devozione totale al Supremo” o “abbandono totale al Supremo”; in una visione meno deistica dello yoga assume però il significato di “senza spirito di ottenimento” che, a ben guardare non è molto lontano dall’abbandonarsi al DIvino.

Ma senza stare a fare troppi cavilli, a me lo hanno sempre tradotto come “senza spirito di ottenimento” ed è il più ostico, per me, dei precetti dello yoga.

Giusto per non perdere la mia vena da maestrina vi dico anche quali sono gli altri 🙂

e qui se volete approfondire 🙂

I Niyama sono i principi da attuare su di se e gli yama sono i principi da usare verso gli altri. Isvara pranidhana è un niyama e va quindi usato su di noi :).

Agire senza voler ottenere qualcosa, dedicare ogni azione non al compimento della stessa, ma a se stessa; ecco questo è senza scomodare Dei e Dee che hanno già il loro bel da fare, ma per agire in questo modo devi avere dentro di te la sensazione che, qualunque cosa tu faccia, l’Universo ha il suo corso e, se il tuo agire è puro, andrà nella direzione in cui deve andare.

Per questo non c’è molta differenza tra abbandonarsi al Supremo e agire senza spirito di ottenimento!!!

Ci sono tante scuole di pensiero diverse nello yoga, io ho avuto maestre che seguivano la filosofia Samkhya (quella del tantra yoga 🙂 per essere un filino più chiari) e quindi il Divino è in me come nell’Universo e tutto è uno; in parole povere è di me e delle mie capacità che devo avere fiducia ed è al mio sè interiore che devo abbandonarmi!

per questo il 5° Niyama mi è così difficile 🙂 tendo a non fidarmi di nessuno… nemmeno di me! e anche se ho imparato nel tempo ad agire seguendo il mio sentire e non per arrivare ad un fine, continuo a fare molta fatica quando vedo che ciò che faccio non produce ciò che speravo. 

La mancanza di una risultante genera quindi delusione e tristezza, ma se riuscissi a fermarmi, a guardare da fuori ciò che vivo e ad attendere, vedrei che la mia azione ha prodotto dei frutti, ogni azione li produce, solo che non sono quello attesi, ma quelli che l’insieme di tutte le azioni hanno prodotto.

L’aspettativa è sempre fonte di delusione, il nostro agire va nel flusso di altri infiniti agire e ne viene influenzato, nulla potrà mai essere come pianificato, quando riesci ad abbandonarti a questo, all’idea di far parte di un tutto che è fuori e dentro di te, allora non hai più aspettative e godi a pieno di ciò che arriva, inaspettato.

 

Om Shanti

 

 

 

Annunci

Un pensiero riguardo “Senza spirito di ottenimento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...