grateful diary

Oggi non faccio alcuna fatica a trovare qualcosa per ringraziare !!!

Dopo la visita dal neurochirurgo, mi ritrovo con una lista importante di farmaci da prendere, punture comprese.

Io non prendo medicine, e soprattutto non mi piacciono gli antidolorifici, non perché ami soffrire, ma perché penso che il dolore sia utile.

Nessuna vena masochista o deliri zen, semplicemente credo che il dolore sia il mezzo con cui il nostro corpo ci parla e ci avvisa che qualcosa non va.

Tipo un allarme 🙂 va bene spegnerlo, alla lunga crea un po’ di fastidio, ma meglio capire cosa c’è che non va ed evitare di fare cose che possano peggiorare la situazione.

Se spegni l’allarme prima di aver capito, non senti più il dolore, ma può capitare che tu ti faccia ancora più male proprio perché la tua sentinella è stata ridotta al silenzio.

E comunque odio gli aghi, farmi fare una puntura è un’impresa titanica e, visto che ho una certa età non mi va di fare scene ridicole 🙂

Racconto tutto questo al farmacista paziente che prende la ricetta, recupera i principi attivi dietro ai nomi commerciali e trova le alternative!!!! GRANDE!!!!!

Ora ho la mia arnica super concentrata, un antiinfiammatorio e un blando antidolorifico che dovrei prendere due volte al giorno, ma mi ha detto che anche una sola va bene 🙂

Ecco, questo signore è diventato il MIO FARMACISTA 🙂

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...